accesso al credito,

Uno dei compiti più difficili che il Codice della (prevenzione) della crisi d’impresa e dell’insolvenza (D.Lgs. n. 14/2019) ha assegnato al management ed ai suoi consulenti è quello di implementare e gestire un sistema di analisi delle prospettive di continuità aziendale che risulti effettivamente capace di intercettare non tardivamente eventuali segnali di crisi. Chiunque operi in questo settore sa che per analizzare in maniera seria e con cognizione di causa lo stato di salute di un’impresa non è possibile affidarsi tout court ad applicativi più o meno evoluti che, a fronte dell’inserimento di specifiche informazioni economiche, finanziarie e patrimoniali, producono tabelle contenenti una serie di rielaborazioni quantitative. L’aspetto più complesso di questa attività, che parte evidentemente dalla analisi dei dati di bilancio, è infatti quella di stabilire idonei benchmark per gli indici ed i flussi che devono comunque essere calcolati. In altri termini la fase più delicata che ogni analista si ritrova ad affrontare è quella nella quale deve decidere caso per caso, secondo principi di oggettività, dimostrabilità e razionalità, se un determinato indicatore o flusso esprima o meno un segnale di allarme. Se poi si considera che nella realtà questa attività deve necessariamente essere sviluppata collegando i vari indicatori aziendali che ovviamente risultano non solo interconnessi ma anche collegati con i flussi, tutto il processo si complica notevolmente. Tant’è che il sistema bancario da un po’ di anni, proprio per poter esprimere una valutazione più approfondita delle prospettive di continuità aziendale ovvero sulla futura capacità del cliente di poter rimborsare i finanziamenti ottenuti, ha creato sistemi di analisi ovvero di rating che intersecano i dati contenuti nei bilanci di esercizio sia con quelli riportati nella centrale dei rischi che con quelli registrati in altre banche dati (es. protesti, pignoramenti, ecc).

Codice della crisi e bancabilità del bilancio

Uno dei compiti più difficili che il Codice della della crisi d’impresa e dell’insolvenza (D.Lgs. n. 14/2019) ha assegnato al management ed ai suoi consulenti è quello di implementare e gestire un sistema di analisi delle prospettive di continuità aziendale che risulti effettivamente capace di intercettare non tardivamente eventuali segnali di crisi. Tutti quelli che lavorano in questo settore […]