Dichiarazione fraudolenta nuovo reato 231/01.

Dichiarazione fraudolenta nuovo reato 231/01.

Con l’inserimento, del nuovo art. 25-quinquiesdecies del D.Lgs. n. 231/2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti, è stata prevista l’applicazione della sanzione pecuniaria fino a cinquecento quote, in relazione alla commissione del delitto di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

La Dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di fatture o altri documenti aventi rilevanza fiscale per operazioni inesistenti deve porre in allerta le società, mettendo in luce la necessità di adeguare i propri modelli organizzativi.