LO SCAMBIO MERCI / PUBBLICITA’

Un’impresa, invece che attingere alla propria liquidità per finanziare le campagne pubblicitarie e di marketing, può pagare con le merci che produce e/o commercia (Barter pubblicitario).

Ad offrire il servizio di pubblicità e ricevere in cambio le merci è la cosiddetta “barter company”.

Il baratto è perfettamente legale e disciplinato da una normativa che prevede una regolare emissione di fatture dello stesso importo da parte dell’azienda che cede le merci e di quella che fornisce la pubblicità con iscrizione in bilancio di ricavi, costi, crediti e debiti compensati.

I vantaggi dell’operazione sono molteplici:

Promozione Pubblicitaria

Aumento esponenziale della visibilità – campagne pubblicitarie sempre nuove.

Incremento del fatturato

Miglioramento degli Economics in Bilancio

Nessun utilizzo di liquidità – abbattimento costo del denaro

Il barter trading è un’operazione a esborso di cassa nullo

Nessun impatto negativo sul cash flow – maggiore disponibilità da poter investire in altro.

Rotazione di magazzino

Chi ha una sovrapproduzione invenduta oppure ha acquistato in eccesso può beneficiare di un alleggerimento delle scorte.

Credito d’imposta.

Si beneficia di un credito d’imposta per il 2019 e 2020 pari al 75% in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali.