Prodotti/servizi contro pubblicità

Prodotti/servizi contro pubblicità

Barter - scambio di beni e servizi

Un’impresa può finanziare le campagne pubblicitarie e di marketing, utilizzando i propri prodotti/servizi  e le rimanenze  per avere pubblicità (Barter pubblicitario).

Ad offrire il servizio di pubblicità e ricevere in cambio le merci è infatti la cosiddetta “barter company”.

Il baratto è inoltre perfettamente legale e disciplinato da una normativa che prevede una regolare emissione di fatture dello stesso importo da parte dell’azienda che cede le merci e di quella che fornisce la pubblicità con iscrizione in bilancio di ricavi, costi, crediti e debiti compensati.

vantaggi dell’operazione sono molteplici:

  • Promozione Pubblicitaria
  • Aumento esponenziale della visibilità – campagne pubblicitarie sempre nuove.
  • Incremento del fatturato
  • Miglioramento degli Economics in Bilancio
  • Nessun utilizzo di liquidità – abbattimento costo del denaro
  • Il barter trading è un’operazione a esborso di cassa nullo.
  • Nessun impatto sul cash flow.
  • Maggiore disponibilità da poter investire in altro.
  • Migliore rotazione di magazzino.
  • Chi ha una sovrapproduzione, chi ha acquistato in eccesso:
  • può beneficiare di una ottimizzazione delle rimanenze

Credito d’imposta.

Il Dl prevede inoltre per l’anno 2020 un credito d’imposta pari al 50% dell’investito in pubblicità.

Infine per avere un quadro sintetico delle agevolazioni relative allo scambio tra prodotti/servizi contro pubblicità clicca qui.

Per info: